loader

IRPEF (Imposta sul reddito delle persone fisiche)

12/03/2024

L'IRPEF è l'imposta italiana sul reddito delle persone fisiche residenti in Italia e/o che percepiscono un reddito in Italia. Le persone fisiche residenti in Italia sono soggette all'IRPEF su tutti i loro redditi, mentre le persone fisiche non residenti in Italia sono soggette all'IRPEF solo sui redditi prodotti in Italia. L'IRPEF viene calcolata sui: redditi fondiari, redditi da lavoro dipendente, redditi da lavoro autonomo, redditi da attività imprenditoriale, redditi finanziari/capitali e altri redditi. L'IRPEF spesso ed erroneamente viene confusa solo con l'imposta sui salari e stipendi in Italia. Quest´ultima rappresenta solo una parte dell´imposta IRPEF (sottosettore).
Le disposizioni legislative prevedono una serie di deduzioni e detrazioni fiscali che riducono la base imponibile e/o l'imposta netta.

L'IRPEF è un'imposta progressiva a scaglioni, con le seguenti aliquote/scaglioni applicate fino al 2022: fino a 15.000 euro: 23%, da 15.001-28.000 euro: 27%, da 28.001-55.000 euro: 38%, da 55.001-75.000 euro: 41% e oltre 75.000 euro: 43%.

Dal 01.01.2022, le aliquote e scaglioni IRPEF in Italia sono state ridotte da cinque a quattro, con le aliquote per i redditi ridotte come segue:

  • fino a 15.000 euro: 23% (come prima)
  • tra i 15.000 e i 28.000 euro: 25% (anziché 27%)
  • tra 28.000 e 50.000 euro: 35% (anziché 38% fino a 55.000 €)
  • da 50.000 €: 43% (anziché 41% tra 55.000 - 75.000 €, da 75.000 € 43%)

Per il 2023, le attuali aliquote/scaglioni IRPEF in Italia erano le seguenti: fino a 15.000 euro: 23%, da 15.000 a 28.000 euro: 25%, da 28.001 a 50.000 euro: 35% e oltre a partire da 50.001 euro: 43%

Con la pubblicazione del Decreto Legislativo n. 216 del 30.12.2023 che ha dato inizio alla riforma fiscale, le aliquote progressive sono state rimodulate con efficacia a partire dall´anno 2024, i precedenti 4 scaglioni di reddito con le relative aliquote sono stati ridotti a 3.

A partire dal 01/01/2024, le attuali aliquote/scaglioni IRPEF in Italia sono le seguenti: fino a 28.000 euro: 23%, da 28.001 a 50.000 euro: 35%, oltre a partire da 50.001 euro: 43%

Riepilogando possiamo dire che i scaglioni sono stati ridotti a tre e perciò dal 01.01.2024 abbiamo le seguenti scaglioni IRPEF in Italia:

  • fino a 28.000 €: 23%
  • da 28.001 a 50.000 €: 35%
  • da 50.001€: 43%

Panoramica delle scaglioni e aliquote dell'imposta sul reddito in Italia fino al 2024:

Fasce di reddito e aliquote fiscali dal 2024

Fino a 28.000 €

23 %

da 28.001 € a 50.000 €

35 %

oltre 50.000 €

43 %

 

Con le modifiche a cui si è sopra fatto riferimento, le detrazioni fiscali per il lavoro dipendente sono state aumentate. Per i redditi superiori a 50.000 €, invece, la detrazione fiscale del 19% applicabile ad alcune spese sostenute dai privati e detraibili nella dichiarazione dei redditi è stata ridotta di 260 €. Tale riduzione non si applica però alle spese mediche.

L'IRPEF viene calcolata nella dichiarazione dei redditi ovvero, nei modelli "redditi", 730 o RED (per i pensionati). Il pagamento del debito IRPEF viene normalmente effettuato nel mese di giugno dell'anno successivo a quello dei redditi, quando si utilizza la dichiarazione "redditi" (destinata principalmente alle imprese). Oltre al debito sull´anno precedente, in Italia vengono versati anche:
- il primo acconto per l´anno in corso sempre nel mese di giugno;
- il secondo acconto per l´anno in corso che viene versato il 30 novembre

Nel caso in cui dalla dichiarazione dei redditi risulta un credito IRPEF, questi può essere utilizzato per compensare altre imposte attraverso il modello F24.

Per il lavoratori dipendenti che generalmente presentano la dichiarazione 730, il credito o il debito Irpef viene esposto, riconosciuto (credito) o detratto (debito) nella busta paga dei mesi che vanno da luglio a settembre (in base alla data di presentazione della dichiarazione).

Contattaci!
*= campi obbligatori
Richiesta in corso...
News & Circolari
10/06/2024
Scadenzario bilancio & contabilità finanziaria – 2° semestre 2024
Di seguito sono elencate le scadenze più rilevanti del secondo semestre 2024 per l’area bilancio e ...
avanti
10/06/2024
Diritto annuale Camera di Commercio
La Camera di Commercio sta inviando in questi giorni una lettera informativa tramite PEC (posta elettronica ...
avanti
10/06/2024
Comunicazione preventiva credito d’imposta investimenti Industria 4.0
Come comunicato nella nostra circolare del 15.04.2024, è stato introdotto un nuovo obbligo di segnalazione ...
avanti
16/05/2024
Aumenti salariali
Dal mese di maggio si applicano le seguenti modifiche ai contratti collettivi : Studi professionali : ...
avanti
Via dei Campi della Rienza 30
39031 Brunico - BZ
Contattateci per un colloquio non vincolante