Menu
+39 0474 572900 info@graber-partner.com

Dipendenti/Datori di lavoro in Italia

Contratto di lavoro, comunicazioni e calcolo dei costi stipendiali 

Sarà nostra cura provvedere per Voi al compimento di tutto quanto fosse necessario per l’assunzione di dipendenti e la registrazione di un’impresa estera in Italia come datore di lavoro.

Non esitate a contattarci per un preventivo gratuito e senza impegno.
Tel.: +39 0474 572900
E-Mail: kanzlei@graber-partner.com


Aspetti generali
In presenza di determinate condizioni è possibile assumere lavoratori in Italia senza l’obbligo di instaurare a tal fine un’organizzazione stabile con tutti i doveri connessi (contabilità, bilancio, obblighi in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto).
Indipendentemente dalla sussistenza o meno di un’organizzazione stabile, è sempre necessario rispettare la normativa in materia di contrattazione collettiva e previdenziale/assistenziale, compreso il versamento dei contributi previdenziali e delle imposte sui redditi.

Presupposti
Nel caso di assunzione con contratto di lavoro subordinato, di un dipendente che ha stabilito il suo centro di interesse in Italia (p.e. residenza o comunque vivente per più di 180 giorni all’anno in Italia), il rapporto di lavoro e la contabilità salariale sono soggetti al diritto del lavoro italiano.
La registrazione in Italia richiesta a tal fine (senza istituzione di un’organizzazione stabile) è possibile soltanto qualora le mansioni del lavoratore siano limitate ad attività di servizio o ad attività preparatorie e assistenziali. Di conseguenza non sono ammesse attività di vendita o la conclusione di contratti tramite i lavoratori per conto dell’impresa, mentre è consentito che il lavoratore che agisce in Italia svolga attività preparatorie e assistenziali nell’ambito di trattative contrattuali, a condizione che la sottoscrizione avvenga presso la società madre all’estero.

Contratto di lavoro
Un contratto di lavoro che è soggetto al diritto italiano deve rispettare, oltre allee disposizioni legali, anche tutto quanto previsto dalla contrattazione collettiva. Ogni attività lavorativa svolta nel territorio italiano, infatti, è soggetta a uno specifico contratto collettivo di riferimento. Per la determinazione del contratto collettivo applicabile al caso concreto si tiene conto dell’attività principale ed effettiva svolta dalla società madre (ai sensi dell’estratto del registro di commercio).
Gli elementi più importanti di un contratto di lavoro sono:
  • Natura del contratto (determinato o indeterminato)
  • Qualificazione (p.e. operaio specializzato, servizio tecnico)
  • Mansioni e attività
  • Luogo di lavoro, periodo di preavviso e orario di lavoro
  • Retribuzione annuale lorda
  • Accordi supplementari (forfait per lavoro straordinario, vettura di servizio, rimborso spese)

 

Retribuzione
La retribuzione (= stipendio o salario) e i relativi costi complessivi connessi assumono un ruolo importante. I costi stipendiali si compongono della retribuzione lorda e dei costi accessori (assicurazione previdenziale e sanitaria, assicurazione contro gli infortuni e altri contributi).

L’esperienza ha mostrato che, nell’ambito di negoziazioni salariali, occorre fare riferimento alla retribuzione lorda, poiché gli aspetti dei contratti collettivi (13 mensilità per artigianato e industria, 14 mensilità per commercio/terziario) e le condizioni personali del lavoratore (p.e. franchigie per figli, progressione fiscale per reddito crescente) possono incidere notevolmente sul calcolo della retribuzione netta.

In via generale, i costi complessivi per l’azienda possono essere calcolati aumentando la retribuzione lorda nella misura del 40%. Siamo a disposizione per un calcolo più dettagliato dei costi lordi e netti.

Una particolarità del diritto del lavoro italiano è costituita dalla corresponsione, al termine del rapporto di lavoro, di un trattamento di fine rapporto, il quale non è però comparabile con l’indennità di buonuscita conosciuta in altri paesi. L’importo del trattamento di fine rapporto corrisponde a circa una mensilità per ogni anno di servizio ed è dovuto al lavoratore in ogni caso di risoluzione del rapporto di lavoro, a prescindere della concreta causa di cessazione (p.e. anche in caso di licenziamento).

 

Disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro
L’assunzione in Italia, a prescindere dell’attività svolta, comporta anche il dovere di rispettare la normativa in materia di sicurezza sul lavoro. Offriamo servizi e consulenza in materia tramite un nostro studio partner.

 

Conclusioni
L’assunzione di un lavoratore in Italia, senza l’immediata istituzione di un’organizzazione stabile e il conseguente obbligo di costituire una società di diritto italiano, rappresenta un metodo semplice ed economico per compiere i primi passi nel mercato italiano. Inoltre, questo metodo consente una fase di sperimentazione per valutare l’economicità di un’eventuale organizzazione stabile (società sussidiaria) in Italia (vedi al riguardo il nostro parere in materia di società sussidiarie in Italia).
Grazie alle nostre conoscenze linguistiche, dovuto anche al fatto che nella provincia autonoma di Bolzano il tedesco è la lingua ufficiale assieme all’italiano, siamo in grado di redigere ogni contratto o accordo in doppia lingua, aprendo così per Voi le porte al mercato italiano.

Nel caso in cui siate interessati a un preventivo gratuito e senza impegno non esitate a rivolgerVi al nostro studio.

hermann-graber[2]
Dott. Hermann A. Graber

Tel.: +39 0474 572900
E-Mail: kanzlei@graber-partner.com
 
 
 
 
12 dic Numerazione fatture emesse Le fatture emesse devono essere numerate in ordine progressivo per garantire ... avanti 12 dic Organizzazione a fine anno Ai fini fiscali è necessario fare determinate considerazioni a fine esercizio, che ... avanti 12 dic Inventario In allegato Vi inviamo un modello che semplificherà la redazione dell’inventario in data ... avanti
Via dei Campi della Rienza 30
I-39031 Brunico - BZ